23/09/2019

Rural School: per toccare con mano la biodiversità agricola

Ormai è tutto pronto per il viaggio alla scoperta di antiche razze animali e varietà vegetali che si terrà questa settimana. Quattro giorni, da giovedì 26 a domenica 29 settembre, con partenza dall’Agricola Rosa dell’Angelo a Rivalta di Lesignano de’ Bagni (Parma) per arrivare alle colline toscane di Gaiole in Chianti (Siena), seguendo percorsi e strade nella natura. Un’esperienza unica per avvicinarsi al mondo degli agricoltori custodi riscoprendo la biodiversità agricola direttamente sul campo. Sarà Roberto Mattioli, guida ambientale, a guidare il tour. A bordo di attrezzati fuoristrada muniti di tende comfort, spaziose e accessoriate, condurrà il gruppo attraverso questa esperienza outdoor indimenticabile in totale sicurezza, a contatto diretto con la biodiversità agricola.Roberto Mattioli, guida ambientale, gran conoscitore di percorsi nella natura, è la guida ufficiale dei tour nel mondo Rural. SI tratta di una vera e propria esperienza unica ed indimenticabile immersi nel mondo della Biodiversità. A bordo di attrezzati fuoristrada, muniti di tende all’ultimo grido, spaziose e accessoriate, si parte da Rivalta per arrivare a Radda in Chianti (o viceversa, da Radda a Rivalta). «Ci rivolgiamo ai turisti stranieri curiosi di conoscere i segreti del successo della food valley, ma il viaggio è adatto a chiunque e tutti gli appassionati di biodiversità possono partecipare – spiega Roberto –. Diamo a tutti, in totale sicurezza e diversi confort, l’occasione di vivere un’esperienza unica a contatto diretto con la nostra tradizione, con quei valori che hanno fatto grande la nostra terra, con quei prodotti della natura e quegli animali che stanno scomparendo ma che il movimento Rural sta salvando dall’oblio».Mauro Carboni è esperto di biodiversità vegetale e recupero di varietà antiche. Subito dopo la laurea in Agraria, avvia un’intensa attività di ricerca sulle cultivar autoctone delle province emiliane, a cui affianca incarichi di docenza e corsi di formazione. Nel 2006 fonda l’Associazione Parmense Olivicoltori, che, partendo dalla catalogazione degli antichi ceppi locali, valutando il patrimonio genetico e infine reintroducendo le piantine ottenute per talea, giunge in breve a produrre un olio tra i migliori d’Italia. Negli anni successivi si afferma come consulente agronomo e allarga il proprio campo d’azione a tecniche avanzate quali endoterapia e analisi stabilità alberi. È autore di numerose pubblicazioni specialistiche e punto di riferimento tecnico di prestigiose aziende specializzate in produzioni di altissima qualità. Alessio Zanon, Veterinario, ha partecipato a diversi progetti regionali e provinciali. Dapprima quello del recupero degli avicoli autoctoni dell’Emilia Romagna, del maiale Nero, delle pecore Cornella e Cornigliese, poi si è occupato della stesura delle linee guida per la conservazione della biodiversità per la Fao su commissione della Conferenza Stato Regioni e ha collaborato con enti regionali per la stesura di alcune importanti leggi in materia di salvaguardia della biodiversità zootecnica. Esperto di biodiversità animale si occupa della “Stalla della Salvezza” di Rivalta, collabora con diverse case editrici del settore. L’ultimo ambizioso progetto riguarda l’aggiornamento completo del già noto Atlante delle Razze Autoctone Italiane e la realizzazione di un atlante analogo delle piccole specie (avicunicoli e colombi).

info@rural.it