16/08/2015

PAOLO ARMENTO

ALICI DA PESCA ANTICA CON LA LAMPARA

Pescatore di acciughe da quando aveva 13 anni, è uno dei pochi rimasti che utilizza l’antico metodo della pesca con le lampare.
333.7855393 – paoloarmento2@gmail.com


Paolo, nato a Sestri Levante, è pescatore d’acciughe da quando aveva tredici anni. Tutte le notti, da più di quarant’anni, quando la luna e il tempo lo permettono, esce in mare insieme al suo equipaggio, dieci esperti marinai, per la pesca con la lampara. Il suo peschereccio, La Lupa, è attrezzato con il cianciolo, o rete da circuizione, e due lampare, potenti luci montate su piccole imbarcazioni che servono ad attirare i branchi di acciughe. Questa tecnica di pesca è maggiormente efficace nelle notti senza luna poiché la sua luminosità riduce l’efficacia dell’azione delle lampare. Quando il banco è circondato la rete viene chiusa nella parte inferiore e lentamente ritirata fino a quando i pesci sono concentrati in uno spazio piccolo e possono essere recuperati.
Questo tipo di pesca è tradizionale della Riviera Ligure di Levante, da Monterosso a Sestri Levante e anche fino a Camogli. E’ soprattutto nel Golfo del Tigullio che Paolo va a pescare, anche se talvolta si spinge fino a Genova o verso Viareggio, seguendo gli spostamenti dei branchi d’acciughe. Esce tutte le sere e rientra in porto all’alba, con un carico che può variare dalle 300 alle 500 cassette di acciughe, che vengono immediatamente distribuite ai mercati e alle salagioni. L’amore e la passione di Paolo per questo lavoro lo portano a vendere lui stesso il pescato nei paesini limitrofi durante i giorni di mercato.