Anna Netti
olivastra seggianese
Azienda Agricola L’Olivastra
Località Fornaci, 85
58031 Arcidosso
Grosseto
0564.967310 - 339.5975720
www.olivastra.com
olivastra@interfree.it
«La soddisfazione più grande? Quando qualcuno assaggia per caso il nostro olio, lo apprezza e ci cerca per ringraziare. Queste sono le cose che rafforzano la nostra passione». Colleghi e sposi, uniti per la vita e custodi da anni dell’Olivastra Seggianese, antica cultivar selvatica che cresce solo nella zona del Monte Amiata. Anna Netti e Silvano Franceschelli hanno la passione per l’olio buono e le antiche tradizioni. Una passione che è diventata missione. Con vista sul paese di Arcidosso, tra dolci declivi verdeggianti popolati di faggi, si trova la loro casa. La taverna, che una volta serviva per le cene con gli amici, custodisce le ultime bottiglie di Olivastro, in attesa dell’olio nuovo che si prepara a fine estate. Il terreno che ospita l’antico uliveto è a Seggiano, 4 ettari suddivisi in due lotti, a pochi chilometri di distanza da dove vivono. Circa 700 piante secolari che i coniugi custodiscono e curano con amore. Una produzione risicata, circa 1500 bottiglie all’anno, ma foriera di grandi gioie.

 

olio extravergine
di olivastra seggianese
La ricerca della qualità si tramanda di generazione in generazione. Gli ulivi appartengono alla famiglia Netti da poco meno di 150 anni. Prima l’impegno degli avi di Anna, poi quello del marito Silvano hanno contribuito alla salvaguardia di una specie sempre più rara da trovare, eppure in grado di dare un olio extravergine di oliva dal sapore unico, con retrogusto leggermente piccante e amarognolo, ma equilibrato e ben dosato, tanto che piace anche ai bambini. L’Olivastro dell’azienda Netti viene addirittura venduto in alcune farmacie di Gran Bretagna e Germania per le sue proprietà curative nelle patologie vascolari. Nell’azienda agricola L’Olivastra la produzione – si fa olio anche da ulivi “tradizionali” – è seguita passo passo dalla famiglia in ogni singolo passaggio. Solo al momento del raccolto, quando tutto deve succedere nel giro di pochi giorni, si chiede aiuto a forze esterne. Dalla coltivazione all’imbottigliamento fino alla vendita Anna Netti e il marito Silvano Franceschelli (esperto nella cura delle piante antiche) sono in prima linea. La forza della passione li spinge.