04/03/2019

Marocca di Casola, l’antica ricetta recuperata

IMG_4705

Questa settimana al Rural Market di Parma arriva la Marocca di Casola, un piccolo pane cotto nel forno a legna e prodotto con farina di castagne di varietà Carpanese, Punticosa e Rastellina, farina di grano del Miracolo e una piccola quantità di patata Quarantina: un pane presente nei secoli ogni giorno sulle tavole contadine del territorio di Casola, tra Lunigiana e Garfagnana. Il nome “Marocca” sembra derivi dal termine greco “marocat” che significa poco malleabile, molto compatto: proprio come doveva essere in origine questo pane. Nel Medioevo poi a completare l’impasto sono arrivate le patate che lo hanno reso più soffice. Dopo l’ultima guerra la tradizione è andata quasi perduta cosicché la gente lunigianese ne ha dimenticato il suo gusto. Per fortuna oggi, questo pane antico e povero, rivive grazie alla passione del giovane fornaio della Lunigiana Fabio Bertolucci.