05/09/2018

Non è settembre senza Rural Festival!

IMG_0610

Quasi tutto è pronto per il Rural Festival, l’appuntamento dedicato alla biodiversità agricola di agricoltori e allevatori custodi dell’Emilia Romagna, della Toscana e da quest’anno anche Liguria. Gli stand che ospiteranno gli agricoltori e gli allevatori sono stati montati e aspettano solo i loro protagonisti! Negli stand gastronomici degli agricoltori si potranno assaggiare il prosciutto di maiale Nero, arrosticini di pecora Cornigliese, carne fresca di Cinta Senese, arrosto di tacchino nero, pane di grano del Miracolo e Marocca di Casola, polenta Formenton Otto File della Garfagnana, testaroli della Lunigiana con farro, gnocchi di patata Cetica, polpa di pomodoro Riccio di Parma, pasta fresca all’uovo di gallina Romagnola, Tortél Dóls con mostarda, torta di patata Quarantina, cipolla Borettana, fagioli Zolfino al coccio, olio di Olivastra Seggianese, latte fresco di asina, formaggi unici di razze bovine e ovine, Marroni di Campora, torta di prugna Zucchella, caffè di orzo Leonessa, miele biologico reggiano, uve e vini da rari e antichi vitigni. E nuovi espositori con erbe selvatiche, sidro di mele, formaggi senesi, erbe aromatiche e ortaggi liguri. Una mostra-mercato ma soprattutto un’esperienza diretta, da vivere con tutti i sensi negli spazi del Parco Rural tra frutti e animali di varietà e razze antiche spesso dimenticate. In occasione del Festival ci sarà una ricca esposizione di frutti antichi realizzata dall’esperto Enzo Melegari. Una particolarità è il canapaio antico di canapa Sativa: coltura fondamentale nei tempi passati, resistente, ecologica ed eterna. Anche quest’anno si potrà conoscere il processo produttivo della canapa attraverso i racconti e i manufatti realizzati dalla signora Franca che racconterà aneddoti e ricordi a fianco di un telaio dell’Ottocento che farà bella mostra di sé.Il Festival ospiterà anche i protagonisti della campagna rurale: modelli di trattori d’epoca Landini e Lamborghini prodotti tra gli anni Trenta e Cinquanta, che verranno messi in moto da esperti motoristi per la gioia dei bambini e di adulti appassionati. Sarà esposta anche una barca per la pesca con le lampare, antico metodo per pescare, con la quale ancora oggi nel Golfo del Tigullio uno dei produttori liguri quest’anno al Festival pesca acciughe da quando aveva 13 anni ed è uno dei pochi rimasti. Tra le diverse attività, quest’anno verrà approfondita la conoscenza cavallo Bardigiano, una razza molto sensibile e docile, attraverso una dimostrazione sull’addestramento dolce e senza redini e ne verranno illustrate le caratteristiche. Ma il Festival sarà anche l’occasione per presentare le “esperienze dal vivo”, escursioni all’ interno del Parco Rural con la guida di esperti di biodiversità animale e vegetale, per conoscere da vicino il lavoro di allevatori e coltivatori custodi Rural.