27/08/2017

Mancano pochi giorni al Festival!

_L9B5952

Tutto è in fermento a Rivalta per l’arrivo della quarta edizione del Rural Festival, l’appuntamento dedicato alla biodiversità agricola di agricoltori e allevatori custodi dell’Emilia Romagna e della Toscana. Passo dopo passo, ecco che si stanno montando i banchi che ospiteranno gli agricoltori e gli allevatori legati a Rural e con essi tutti quei preziosi prodotti legati alla terra e al sapere antico di generazioni di contadini. Una quarantina gli espositori e fra essi ci sono alcuni importanti esordienti, ovviamente decisi e impegnati a tutelare antiche varietà vegetali e antiche razze animali autoctone nello spirito Rural: i fratelli Notari con il loro Marrone di Campora; Andrea Rossi da Gaiole in Chianti con il suo Sangiovese in purezza; Pedretti e Faroldi dell’Agricola Ca’ Stocchi di Samboseto con le squisite zucche Violina e Cappello da Prete; Opera Campi con la lana della pecora Cornigliese e la canapa intesa come tessuto naturale, con produzione di abbigliamento free range;  la Latteria Montanina con la sua stalla “della salvezza” che ospita rare razze bovine dell’Emilia a rischio di oblio: la Bianca Modenese (che offre anche uno yogurt molto digeribile), la Grigia d’Appennino, la Bardigiana e la Ottonese (rarissima, quasi albina). Il loro latte è l’ingrediente unico per formaggi straordinari, stagionati in grotta e che presentano sapori differenti l’uno dall’altro e tutte da scoprire.  Altra importante entrata è l’associazione degli agricoltori custodi dell’antica varietà di pomodoro Riccio, tipica della Val Parma ,votati al recupero di questo ortaggio ricco di sapore, da riabilitare assolutamente considerandone le sorprendenti qualità. Rural Festival un piccolo mondo antico tutto da gustare!