01/08/2016

CLAUDIO GROSSI

GRANO DEL MIRACOLO
E ORZO LEONESSA

claudio grossi_orzo del miracolo

Agricoltore custode famoso per le selezioni del Grano del Miracolo e l’orzo Leonessa, storiche varietà di cereali da cui si ricava un pane originale e speciale.
0521.850595

<<Coltivo grani antichi locali da vent’anni. Ho iniziato – afferma l’agricoltore parmense Claudio Grossi – con l’orzo da caffè e mi sono appassionato poi ad altri grani, sperimentando pani in molteplici versioni>>. In Italia l’orzo nudo, la forma nuda del comune orzo, si diffuse nella prima metà del Novecento e faceva da surrogato del caffè. <<L’antica varietà precoce Leonessa (alta poco più di un metro, con chicchi grossi), selezionata negli anni Venti dal genetista Nazzareno Strampelli, partendo da una popolazione locale dell’altopiano di Leonessa (nel Lazio), si utilizzava, tostata, per fare il caffè d’orzo, il cosiddetto caffè dei poveri, con la moka o con un pentolino. Ogni famiglia ne metteva da parte per l’inverno circa un quintale>>. Si raccoglieva prima degli altri orzi e con la sua farina miscelata a quella di frumento, più costosa, si faceva il pane. Abbandonata dagli anni Cinquanta, ora la coltivazione dell’orzo nudo, anche se la produzione è limitata, è ripresa grazie a un rinnovato interesse per gli alimenti “salutistici”. Altamente digeribile, l’orzo Leonessa ha un valore nutritivo superiore all’orzo comune o perlato. Contiene il 15% di proteine e quasi il 10% di fibre, oltre la metà delle quali è di tipo idrosolubile con effetti positivi sui livelli sanguigni di glucosio, trigliceridi e colesterolo.
Grossi è custode anche del Grano del Miracolo, una varietà autoctona antica mai modificata, a spiga grossa, che può raggiungere i due metri di altezza. Rispetto a quelli teneri moderni, contiene meno glutine e una maggiore quantità di sostanze antiossidanti, come fosforo (oltre il 43%) e ferro (oltre il 25%). Da questo grano, lavorato con metodi tradizionali, si ottiene un pane di ottima qualità con un profumo, un gusto e una conservazione eccezionali.